Jeremy Rifkin lancia un Green New Deal per l'economia

Primaprint raccoglie la sfida!

«Se il Green New Deal è diventato un tema fondamentale nella sfera politica, nel mondo delle imprese sta emergendo un movimento parallelo che nei prossimi anni scuoterà le fondamenta dell’economia globale». Questo l’assunto del nuovo libro dell’economista, sociologo e consulente politico in materia ambientale Jeremy Rifkin, presentato nelle scorse settimane a Roma, nell’ambito dell’incontro Educating to The Green New Deal, organizzato dall’Università Lumsa, in collaborazione con Centri-Tires.

Da sempre in prima linea per lo sviluppo di un’economia della condivisione rispettosa dell’ambiente, Rifkin nel saggio Un Green New Deal Globale, pubblicato da Mondadori, sostiene che per i combustibili fossili non esista più un mercato, per cui l’attuale sistema, su di essi fondato, potrebbe andare in contro a una gravissima crisi, l’equivalente dello “scoppio” di una bolla speculativa, entro il 2028.

Di fronte a questo rischio governi e mercati, se vogliono sopravvivere, devono prepararsi a un cambiamento di paradigma. Cambiamento che, secondo Rifkin, vede il settore produttivo decisamente più avanti della politica. «Settori chiave dell’economia – si legge nella quarta del libro – si stanno prontamente sganciando dai combustibili fossili a favore dell’energia solare ed eolica, più a buon mercato e accompagnate da nuove opportunità di business e occupazione». Il mercato, ricorda Rifkin, ha dunque scelto la strada da seguire e i governi, se vogliono sopravvivere e prosperare, dovranno adattarsi.

Una sfida, quella per un “nuovo corso verde” dell’economia, che Primaprint ha raccolto da anni, dotandosi, tra le prime realtà produttive del suo settore, di strumenti in grado di ridurre al minimo l’impatto ambientale, a partire dalla scelta di carta ottenuta da silvicoltura sostenibile fino alla messa in campo di compensazioni delle emissioni di Co2 grazie alla certificazione Climate Partner. Anche per questo Primaprint, attraverso la partecipazione della sua Ceo, Simonetta Badini, è stata presente all’incontro Educating to The Green New Deal di Roma, nella consapevolezza che ogni soggetto del mercato globale debba dare il suo contributo per la nascita di un nuovo modello di economia green.

02 Novembre 2019